Il Coordinamento

13226692_1532967057012921_750052504278510012_n

Fanno parte del coordinamento:

Michele Miccolo (coordinatore), Raffaele Giovine, Maurizio Longo, Emma Farina, Antonio Bencivenga, Sergio Desiato, Luigi Ebraico, Serena D’Onofrio, Francesco Egido.

 

Dallo Statuto del movimento “Speranza per Caserta”

Art.13 Il Coordinamento

Il Coordinamento viene eletto, a maggioranza con voto palese, dall’Assemblea ed è composto da

un numero da 7 a 15 membri scelti tra gli iscritti. Esso dura in carica due anni ed i membri sono

rieleggibili al massimo due volte. In caso di dimissioni o altro impedimento di uno o più dei suoi

membri, questi saranno surrogati dall’Assemblea. Qualora le dimissioni o altri impedimenti

facciano mancare contemporaneamente più della metà dei membri del Coordinamento, esso

automaticamente decade e l’Assemblea deve essere convocata per l’elezione di un nuovo

Coordinamento.

Esso è convocato dal Coordinatore mediante avviso a ciascun componente con ogni mezzo,

compreso il telefono, almeno un giorno prima della data stabilita, indicando l’ordine del giorno. È,

inoltre, convocato quando ne faccia richiesta al Coordinatore, per iscritto, un numero di

componenti pari ad almeno un terzo del gruppo di Coordinamento. Il Coordinatore, quando ne

riceve richiesta, è tenuto a convocare il Coordinamento entro cinque giorni dalla data della

richiesta stessa.

ART. 14 Compiti del Coordinamento

Il Coordinamento elegge al suo interno il Coordinatore; il Tesoriere che è incaricato di redigere il

bilancio annuale ed è responsabile della corretta gestione contabile, amministrativa e finanziaria

del Movimento; il Segretario che verbalizza le riunioni dell’Assemblea e del Coordinamento, ed è

incaricato di custodirne il carteggio.

Il Coordinamento attua e governa le scelte politiche ed amministrative strategiche del Movimento,

nel rispetto delle linee generali deliberate dall’Assemblea. A tale scopo Il Coordinamento ha il

compito di strutturare gruppi di lavoro necessari al buon funzionamento delle attività ed assume

decisioni e iniziative di carattere generale riguardanti l’attuazione dell’indirizzo politico del

Movimento. Fissa le quote di adesione annuale dei soci.

Il Coordinamento delibera a maggioranza semplice ed è validamente costituito con la presenza di

almeno la metà più uno dei suoi membri. Di ogni riunione va redatto apposito processo verbale,

visionabile in qualsiasi momento da ciascun socio.